Lug 23

La mia storia…la mia vita !

Luigi Bisignani

Da tanto tempo voglio aprire questa nuova rubrica :La mia vita,la mia storia,
non per ricevere una medaglia,su una bella ruiscita ,
ma solo per avvicirmi del mio paese e dei residenti,far capire a coloro che restano
che hanno un certo tipo di Fortuna.
Raccontare la sua storia é aprire un po il suo cuore ferito per la partenza
ma guarito per il ritorno,anche se poco ,il ritorno é una delle migliori medicine
per il nostro Cuore.
Iniziamo con un raccconto di una nostra compaesana partita in Belgio,sperando che
altre storie seguiranno.

SAN DONATO DI NINEA– Sono figlia di sandonatesi partiti in giovane età alla ricerca di un lavoro e di un futuro all’estero, con precisione in Belgio. Vi è stato poi un ritorno, per motivi di salute del babbo, in Italia – Toscana, ma questa seconda parte non rientra nei ricordi del paese.
Quando stavamo in Belgio le vacanze erano d’obbligo presso i nonni a San Donato; quindi i miei ricordi infantili sono molto rilegati al paese, oltre ovviamente agli affetti dei nonni.
Questa premessa per raccontare le mie sensazioni dell’estate 2012.
Dopo tantissimi anni sono venuta con tutta la famiglia per la festa di San Donato o meglio dire sopratutto per la festa del mio zio che ha compiuto ottant’anni. Anch’egli emigrato all’estero, ed il suo compleanno è stato motivo di ritrovo dei parenti presso il paese nativo. Noi nipoti ci siamo aggregati volentieri ed è stato, in special modo per me, un’esperienza piena di emozioni. Il paese che rappresenta le mie origini mi ha fatto rifiorire quei ricordi sopiti e devo purtroppo ammettere che la realtà di oggi mi ha lasciato un misto di sensazioni. Ovviamente non tutto può rimanere come prima, le cose, i luoghi, le persone cambiano, ma andando in giro e riscoprendo alcuni posti da me frequentati ho potuto notare una certa decadenza. Non me ne vogliano i sandonatesi non è una critica, ma nei miei ricordi ho il panaio sotto casa dei nonni, ho il fabbro, il falegname etc. con le loro botteghe, mentre oggi questi personaggi che animavano la vita quotidiana del paese non ci sono più; anche alcuni luoghi da me frequentati sono stati lasciati andare, e tutto ciò ha contribuito a perdere la linfa vitale di quello che era il paese di San Donato. Purtroppo l’emigrazione è stata la motivazione iniziale e come i miei genitori non hanno fatto più ritorno (anche per il riavvicimanento dei nonni presso di noi), così persone anche più lontane hanno abbandonato il paese. Ve ne sono molti altri che invece hanno contribuito al sostentamento dei luoghi sacri ed è piacevole sapere che comunque non tutti se ne sono dimenticati.
Ho voluto contribuire con questa piccola narrativa uno scorcio di vita che mi accomuna a tante altre persone che hanno di San Donato ricordi importanti.

Sperando d’aprire una nuova rubrica dove ognuno di noi SANDONATESI puo raccontare un po della sua vita passata al paese  e fuori…che facciao storia per i nsotri Giovani.

Carissimi saluti

Gisella Tiesi

Permanent link to this article: http://www.sandonatodininea-cs.it/2014/07/23/la-mia-storia-la-mia-vita/

Lascia un commento

Your email address will not be published.