Lug 08 2020

Tradizioni,vecchi mestieri ,passione di una vita.

Luigi Bisignani 

Tradizioni,vecchi mestieri ,passione di una vita.

Si ritrova ancora qualche vecchio mestiere nel nostro territorio,al Vallo Marino troviamo questa grande e rispettabile Signora  con una grande passione per un mestiere in via di disparizione.

Carmela Consoli, nata il 24/05/1937, il giorno della madonna a San Donato.

Sandonatese vive nella frazione del Vallo Marino

83 anni, ha condotta una vita fatta di lavoro e umiltà.

Sin dalla tenera età si è dedicata alla cura degli animali e alla coltivazione dei terreni.

Vedova Scarpino, vive in Contrada Vallo Marino insieme all’unica figlia, il genero ed i tre nipoti.

Oggi con le nuove tecnologie tutti questi mestieri manuali sono quasi spariti,ma girando nel nostro territorio troviamo ancora qualche bel personaggio  come la signora Carmela che tramanda ancora una sua bella passione : la produzione di oggetti di paglia.

Nonostante l’età, le vecchie abitudini restano: si occupa ancora della cura degli animali e si dedica alla produzione di ceste e vari oggetti in paglia per “ingannare il tempo”.

Niente tablet ,pc o telefonini,solo le MANI. Auguri Signora Carmela di una lunga vita per continuare questo bel mestiere..

 

Le mani di chi ha lavorato una vita intera (e continua a farlo), gli occhi di chi si è guadagnata ogni singolo pezzo di pane, le spalle di chi ha sorretto una famiglia intera, l’anima della persona più buona che io conosca. Nonna! (Peppino CIlento)

 

 

 

 

 

Qualche oggetto di paglia:produzione della signora Carmela.

 

Foto di Peppino CIlento,che ringrazio vivamente .

 

 

 

 

 

 

 

Permanent link to this article: http://www.sandonatodininea-cs.it/2020/07/08/tradizionivecchi-mestieri-passione-di-una-vita/

Giu 25 2020

L’amministrazione comunale di San Donato dal 1813 ad oggi

Luigi Bisignani

Tantissimi anni fa ,ho frequentato la scuola media a San Donato,ma oggi mi chiedo che  cavolo mi hanno insegnato nel programma di storia,mi hanno parlato tanto dei Romani,Greci Cavour,Mazzini,Garibaldi,Masaniello, l’unificazione d’italia  e le guerre mondiali … ma mai un po di storia locale del mio paese,se l’avrebbero fatto oggi non sarei alla ricerca della storia del mio paese,e anche nel programma di oggi hanno dimenticato  qualche pagina di storia locale del Tuo paese nativo.Oggi sono avido di sapere e  cerco e ricerco un po di storia del mio pese.

Oggi vorrei sapere se sapete come si chiamava il primo sindaco Sandonatese e in quale anno avvenne la prima nomina?….pochissime persone sanno rispondere,normalissimo,

oggi vi faccio scoprire tutti i sindaci dal 1813 ad oggi…e come si poteva votare tempi fa…

Lista completa dei SINDACI e commisari di San Donato di Ninea dal 1813 ad oggi

che cambiamenti!!!

                                             L’amministrazione Sandonatese dal 1813 ad oggi

nel 1813 fu nominato il primo sindaco sandonatese: CAPANO GIOVANNI…ne seguirono 57 fra sindaci e commisari.

Dopo la restaurazione dei Borboni nel regno di Napoli (1815) e fino al 1989 I sindaci furono  di nomina di Regia.

Dal 1889 nei comuni di più di 10.000 abitanti il sindaco divenne elettivo nei capoluoghi  di provincia.

Per tutti gli altri comuni rimase la nomina di regia.Nel 1860 per aver diritto di votare bisognava : essere cittadini italiani, ;godere dei diritti civili,avere 25 anni ,saper leggere e scrivere  e pagare un censo annuo per imposte dirette di 20 a 40 Lire. Continue reading

Permanent link to this article: http://www.sandonatodininea-cs.it/2020/06/25/lamministrazione-comunale-di-san-donato-dal-1813-ad-oggi/

Giu 21 2020

SANTO CRISTOFARO ….CIAFFANTE…LICASTRO-VOTRACI

Luigi Bisignani..Vuoi aiutare il giornale? --> 

Il nostro PAESE é veramente sfortunato,penso che dopo aver letto ,mi darete ragione.Mi piace condividere tutto quello che conosco e leggo sul nostro Paese,a cosa servirebbe se non si tramanda?

 

 

Seconda parte :SANTO CRISTOFARO ….CIAFFANTE…Licastro-Votraci

Periodo durante il quale l’abitato doveva spostarsi nella zona denominata SANTO CRISTOFARO

A quei tempi questa zona di Santo Cristofaro era pianeggiante,non esisteva il profondo burrone che ora si vede.Allora si poteva raggiungere in pochi minuti la località « COMMENTO  » e « PIANO DI GALLO »,camminando in pianura.L’avvalamento oggi esistente ha origine da PINO PULEDRU e con il nome VALLONE DI SAN DONATO,si estende nel territorio ;le acque che vi scorrono,lambendo il lato est del centro abitato,vanno  nel fiume Occido.Data la estesa zona di displuvio,le acque durante le pioggge raggiungevano piene considerevoli,che hanno determinato una vasta frana che minacciato e minaccia i fabbricati sovrastanti.Tale frana divenne una vera minaccia intorno al 1840. Continue reading

Permanent link to this article: http://www.sandonatodininea-cs.it/2020/06/21/santo-cristofaro-ciaffantelicastro-votraci/

Giu 18 2020

La prima e la seconda sede dell’abitato sandonatese

Luigi Bisignani   vuoi AIUTARE il GIORNALE? CLICCA QUI--->

Certo che oggi leggere un libro di 200 o 300 pagine é molto difficile e non molti lo fanno,é pur vero che la nostra storia paesana é bella ,ma oggi per dare voglia di leggere si debbono  scrivere  pochissime pagine,mi ricordo il consiglio del mio mentore Dommicienzu i Caluprisi, ” Vuoi  dar voglia alla gente di leggere? scrivi corto e preciso” ed fu grazie a questo consiglio che vinsi la mia prima borsa di studio a Roma negli anni 70.Allora oggi vi faro conoscere un po di storia paesana con solo qualche pagina…il seguito verrà con il tempo, ma solo con qualche pagina.Buona lettura.

 

 

Prime e Seconde case

 Le prime case del nuovo paesetto sorsero nella contrada denominata Pantano, proprio sopra la collinetta detta Santo Vilaso o Biagio (Campolongo 1913) mentre dallo scritto del sindaco Monaco 1979 Ninea nasce in contrada  VOTRACI,in conclusione il paese nacque all’inizio del paese di oggi cioé tra LICASTRO ED IL PANTANO.

E certo che Ninea sorse nella valle tra Pantano e Licastro, anche se popolo   pacifico gli abitanti sono costretti a trasferirsi in località meno esposta alle offese nemiche,probabilmente questo passaggio avvenne a causa  delle  invasioni dei SARACENi tra l’850 e 1000 d.C.

Dopo il 1000,quando il cristianesimo trionfo sul paganesimo,sicuramente l’antica Ninea ,divenne San Donato.Il Fiore (scrittore Calabrese)a tale proposito scrive come poi cambiata si fosse nell’oggidi di S.Donato ;non é che lo scriva,questo ,quello é più certo fosse nei secoli della grazia per devozione o altro spettante .Il Fiore  scrivendo di Artemensio ,mutata in S.Agata,di Tyelle mutata in S.Gineto,di Argentano Mutata in S.Marco.Non si hanno dati certi circa l’epoca in cui Ninea divenne cristiana e quindi venne nominata  SAN DONATO. Continue reading

Permanent link to this article: http://www.sandonatodininea-cs.it/2020/06/18/la-prima-e-la-seconda-sede-dellabitato-sandonatese/

Giu 05 2020

Cùmu ghèramu: Quìri chì faciènu à mìtièri

Luigi Bisignani  "Se vuoi aiutare il giornale clicca su" --> 

 

 

 

Cùmu ghèramu: Quìri chì faciènu à mìtièri

Jì à mìtièri ghèradi à shjòrta dè sàntunatìsi chì nàscìanu pòviru e ghèradi pùru à cùnnànna ì chìnì ‘mpòvirièdi, ppì fìssàggini, ppì màlasalùti o ppì sfìrtùna.

C’è stato un lungo periodo storico in cui il benessere di una famiglia dipendeva dalla forza fisica e dallo stato di salute dei maschi di casa (marito, figli), quindi dalla loro capacità lavorativa che era interdipendente con la resistenza alla fatica.

In assenza di beni propri, l’essere forti diveniva l’unica “ricchezza” che un maschio impossidente portava in dote ad una ragazza con la quale intendeva creare una famiglia.

Altro elemento di non secondaria importanza ghèradi à bòna shiòrta, quella buona dose di fortuna che ti doveva arridere, accompagnarti sempre ed aiutarti a schivare i guai ì n’àffàscinu, dò màluòcchju, i nà fàttura, accadimenti che la superstizione popolare vedeva in agguato in ogni sguardo, in ogni parola, in qualsiasi gesto, dietro il quale si celavano sentimenti di ‘mmìdia, ràggia, gìlusìa e simili. Continue reading

Permanent link to this article: http://www.sandonatodininea-cs.it/2020/06/05/cumu-gheramu-quiri-chi-facienu-a-mitieri/

Mag 30 2020

Lo stemma di San Donato di Ninea

Luigi Bisignani-Se vuoi aiutare il giornale clicca su >  

Lo Stemma di San Donato di Ninea

Tante ,sono state le definizioni sul nostro Stemma Sandonatese.

Son sicuro che pochissime sono le persone che ne sono a conoscenza

D.Martire scriveva nel suo  libro « Calabria sacra e  profana », parlando di San Donato cosi si esprime per quando riguarda il suo stemma “Le insigne di detta terra sono un MONTE CON SOPRA UNA STELLA”

Sullo stesso argomento il Cerbelli ,noto scrittore,scrive che le armi di una città si traggono ordinariamente dalla località o da qualche pregio del paese.Lo stemma si San Donato ,costituito da un monte con sopra una stella pare che si adatti benissimo alle condizioni topografiche.Circa il monte,lo stemma ricorda le cime superbe(Mula,cozzo del Pellegrino,ecc…)delle montagne che circondano l’abitato.E la stella si riferisce allo splendore del suo orizzonte e de suoi panorami incantevoli.

 

 

Il conosciutissimo paesano  Raffaele Bisignani,in un’articolo pubblicato sulla rivista « Calabria sconosciuta » del 1 semestre del 1984 ,scrive, « d’azzurro alla montagna naturale,leggermente innevata sulla cima,accompagnata in capo dalla stella di sei raggi d’oro »Lo scudo di forma sannita é sommontato dalla corona regolamentare del comune.

Permanent link to this article: http://www.sandonatodininea-cs.it/2020/05/30/lo-stemma-di-san-donato-di-ninea/

Mag 23 2020

Festa del 24 Maggio 2020

Luigi Bisignani

Maria Ausiliatrice 2020,24 Maggio a San Donato di Ninea (CS)

foto e canzone della madonna del 24 Maggio.Filmino Luigi Bisignani

Anche se quest’anno sarà un’edizione speciale(causa Covid) AUGURO veramente di cuore che la nostra Madonna ci protegga da questo nemico invisibile,non so se abbiamo vissuto una festa cosi speciale in tutta la storia del nostro paese,malgrado tutto la festa della Nostra Santa si farà, anche se in maniera speciale Covid. Continue reading

Permanent link to this article: http://www.sandonatodininea-cs.it/2020/05/23/festa-del-24-maggio-2020/

Mag 14 2020

Avviate a San Donato la distribuzione delle mascherine

Luigi Bisignani

In collaborazione, tre associazioni avviano la distribuzione di mascherine in tutto il territorio Sandonatese.

Calabrese: “avviata a San Donato la consegna gratuita di mascherine, in programma nuove iniziative” L’associazione “Il Sogno che Unisce” – in collaborazione con le associazioni “Noi con voi” e “Policastrello vive” ha reso disponibili per i cittadini del Comune di San Donato di Ninea, con consegna gratuita presso il domicilio, circa 500 mascherine. La consegna delle mascherine rientra in un programma che prevede altre iniziative a favore della comunità. “Lo intendiamo – ha dichiarato Antonella Calabrese, presidente dell’Associazione “Il Sogno che Unisce” – come il segno di una comunità che è capace di tenersi per mano, che guarda a chi ha bisogno, che è consapevole del fatto che le difficoltà si superano se si è capaci di affrontarle insieme. Non è un momento facile e persino una piccola cosa come l’approvvigionamento delle mascherine è diventata nel nostro Paese una difficoltà; con questa consegna abbiamo voluto dare Continue reading

Permanent link to this article: http://www.sandonatodininea-cs.it/2020/05/14/avviate-a-san-donato-la-distribuzione-delle-mascherine/

Mag 10 2020

Artisti Paesani sconosciuti al paese, ma famosi altrove

Luigi Bisignani

Fra i tanti personaggi ,diciamo sconosciuti o quasi, al paese nativo, ma famosi in altre terre,ne ho appena scoperto  uno :

Francesco Consoli in arte “CESCO SOLI”

Francesco Consoli in arte « Cesco Soli », il pittore che dipinge con le dita.Nato a San Donato di Ninea nel 1935 e deceduto il 17 settembre 2012.

L’artista, Francesco Consoli in arte Cesco Soli, creativo  Sandonatese che ha fatto nascere la tecnica pittorica del dipinto ottenuto con il solo palmo della mano. Asceta della pittura con introspezione mistica e trascendentale. I suoi dipinti sono ricercatissimi, in quanto difficili da imitare, e non utilizza mai un tema fisso, ma dipinge in base al suo stato d’animo di quel preciso istante. Le sue opere sono anche esposte nella grande mostra che, lo scultore e professore Ilario Principe, ha fortemente voluto presso l’UNICAL di Cosenza dedicata a tutti i più noti e quotati artisti calabresi. P.S.: L’artista Cesco Soli si è spento alle 13 circa del 17/09/2012, colpito da un male incurabile, aveva da qualche giorno finito di dipingere due tele (50×70) Continue reading

Permanent link to this article: http://www.sandonatodininea-cs.it/2020/05/10/artisti-paesani-sconosciuti-al-paese-ma-famosi-altrove/

Mag 06 2020

Cùmu ghèramu:I Gàlantuòmini

Luigi Bisignani

In questo triste periodo di prigionia forzata, per passare il tempo la lettura é un’ottima soluzione e compagnia, come da parecchi anni il nostro amico MINUCCIU,ci manda spesso e puntuale le sue ricerche,ecco per voi l’ultimissima :

I Gàlantuòmini

 

 

Quànnu ghèra quàtràru, àra Siddhàta gusàvadi à pàssiàta, rito esclusivamente maschile nei tardi pomeriggi delle giornate estive, quànnu cc’èra bisuognu jì à pià nà pìcchi ì frìscu.

Era anche occasione per incontrare gli amici, scambiare qualche chiacchiera con conoscenti, ma soprattutto farsi vedere, farsi notare. In ossequio a questa primaria esigenza gùnu, prìmu ì ghèssi, sì lìccàvadi, qui inteso nel senso che dall’aspetto esteriore toglieva ogni traccia di fatica cambiando l’abito (chi non poteva spazzolava e dava una riassettatina), si sbarbava e pettinava il capello (obbligatoriamente imbrillantinato). Continue reading

Permanent link to this article: http://www.sandonatodininea-cs.it/2020/05/06/cumu-gheramui-galantuomini/