Buona festa Mamma

Luigi Bisignani

Honoré de Balzac:
Il cuore di una madre è un abisso in fondo al quale si trova sempre un perdono.

Gianni Rodari:
Di parole ho la testa piena, con dentro la “luna” e la “balena”. C’è qualche parole un po’ bisbetica: “peronosopra”, “aritmetica”. Ma le più belle le ho nel cuore, le sento battere: “mamma”, “amore”.

Auguri particolari alla mia MAMMA che mi guarda e mi guida da Lassù…Auguri MAMMA.

Infine, ecco le parole di una celebre canzone, sempre perfette per la Festa della mamma:

Mamma son tanto felice perchè ritorno da te

la mia canzone ti dice che è il più bel giorno per me

mamma son tanto felice viver lontano perchè

mamma solo per te la mia canzone vola mamma sarai con me tu non sarai più sola

quanto ti volgio bene queste parole d’amore che ti sospirano il mio cuore forse non s’usano più

mamma ma la canzone mia più bella sei tu, sei tu la vita

e per la vita non ti lascio mai più

sento la mano tua stanca cerca i miei riccioli d’or sento e la voce ti manca la ninna nanna d’allor oggi la testa tua bianca io voglio stringer al cuor

quanto ti volgio bene queste parole d’amore che ti sospirano il mio cuore forse non s’usano più

mamma ma la canzone mia più bella sei tu,sei tu la vita e per la vita non ti lascio mai più
MAMMA..MAMMAAA!!

Permalink link a questo articolo: https://www.sandonatodininea-cs.it/2022/05/07/buona-festa-mamma-4/

Buon 1° Maggio 2022

Luigi Bisignani

Oggi, in molti paesi del mondo, è una giornata di festa dedicata a tutti i lavoratori. Una giorno di riposo per ricordare l’impegno del movimento sindacale e i traguardi raggiunti dai lavoratori in campo economico e sociale. Nonostante, in Italia e in Europa e nel mondo,il mondo del lavoro stia attraversando un momento più che mai difficile, penso che i concerti e sfilate del 1° Maggio non hanno senso, con tutta questa disoccupazione dilagante!
Anche per rispetto a chi ha perso il lavoro e non può festeggiare, questa giornata poteva essere sospesa in attesa di tempi migliori.

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.sandonatodininea-cs.it/2022/04/30/buon-1-maggio-2022/

La Balia…La Nutrice…a Mammana

Luigi Bisignani

La Balia…La Nutrice…a Mammana.

Si trattava dell’«altra mamma» che allattava un neonato, diventando così, un vero e proprio componente della famiglia.
Nei secoli scorsi in Calabria era molto diffuso, tra le donne, il mestiere della “Mammana“.
Le Mammane erano cercate dalle famiglie che avevano subìto la morte delle giovani madri durante il parto, o perché la puerpera era impossibilita ad allattare perché soffriva di una determinata malattia, o perché semplicemente i suoi seni non avevano prodotto latte.
Nelle famiglie più agiate ricorrevano alla nutrice per ragioni puramente estetiche: la donna che aveva appena partorito, poiché assidua frequentatrice dei salotti aristocratici, non poteva rischiare che il suo seno si afflosciasse davanti agli occhi delle sue amiche altolocate.
Generalmente la donna che veniva scelta come nutrice aveva diritto a tre pasti completi al giorno perché era importante che si mantenesse in salute, alla biancheria pulita e a una paga giornaliera di una lira. Riceveva regali sia per il compleanno del bambino, sia per quello proprio.

Permalink link a questo articolo: https://www.sandonatodininea-cs.it/2022/04/25/la-balia-o-la-nutrice/

Pasquetta …Pascuni 2022

Luigi Bisginani

Pasquetta,Pascuni 2022

 

Uno dei tanti giorni attesi dell’anno :il lunedi di Pasqua ,detto ara paisana “PASCUNI“.

Il lunedì dell’Angelo (detto anche lunedì di Pasqualunedì dell’Ottava di Pasqua o Pasquetta) è il giorno dopo la Pasqua.

Prende il nome dal fatto che in questo giorno si ricorda l’incontro dell’angelo con le donne giunte al sepolcro. Popolarmente si usa maggiormente il termine Pasquetta.

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.sandonatodininea-cs.it/2022/04/18/pasquetta-pascuni-2022/

i Prucissioni do Venniri Santu & Sabatu Santu

Luigi Bisignani

Programma delle feste di PASQUA 2022.

Dopo due anni si ritorna con le processioni del Venerdi e Sabato Santo…

– Domenica delle Palme, 10 Aprile, ore 17:00 Piazzale della Motta benedizione delle Palme e breve processione fino alla Chiesa della SS. Trinità dove sarà celebrata la Santa Messa.

-Martedì Santo, 12 Aprile, ore 10:00 nella Chiesa dell’Assunta (Motta), sarà celebrata la Santa Messa con le Scuole “Precetto Pasquale”.

-Giovedì Santo, 14 Aprile, ore 17:00 nella Chiesa della SS. Trinità, celebrazione della Santa Messa in “Cena Domini” (lavanda dei piedi).

ore 21:00 Chiesa della SS. Trinità, adorazione del SS. Sacramento.

-Venerdì Santo, 15 Aprile, ore 16:00 Chiesa SS. Trinità celebrazione della Passione e Via Crucis fino al Calvario.

-Sabato Santo, 16 Aprile, ore 05:00 si riprende la solenne Processione per le vie del paese;

ore 10:00, Comunione agli ammalati;

ore 21:00 Chiesa SS. Trinità, Veglia Pasquale.

-Domenica di Pasqua, 17 Aprile, ore 17:00, celebrazione della Santa Messa nella Chiesa dell’Assunta (Motta). Al termine scenderemo il quadro della Madonna nella Chiesa della SS. Trinità dove resterà fino alla Domenica successiva.

– Lunedì dell’Angelo, 18 Aprile, ore 09:30 celebrazione Santa Messa presso le Grotte di Sant’Angelo.

  • U Vènniri Santu,  al mio paese, é una tradizione  religiosa  molto seguita.

S’accompagna il Cristo morto e la statua della Santa Vergine,vestita in nero,dalla chiesa al

Calvario,in processione per le vie del paese,

Accompagnati dalla banda musicale sandonatese e dal tipico strumento

“a Tocca”
strumento fatto in modo artigianale che fa molto rumore.
Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.sandonatodininea-cs.it/2022/04/13/i-prucissioni-do-venniri-santu-sabatu-santu/

STUÒZZI Ì STÒRIA. (parte seconda)

Luigi Bisignani

Ecco arrivata la seconda parte  di :STUÒZZI Ì STÒRIA

 

 

STUÒZZI Ì STÒRIA. (parte seconda)

Minùcciu bbì cùnta cà, i fèsti sù còs’àntìchj….

Capùdànnu– Nella tradizione romana l’inizio d’anno era fissato al 1° marzo. Giulio Cesare, nel 46 a.C. promulgo il “calendario giuliano”, fissando l’inizio d’anno al primo giorno del mese dedicato al dio Giano (da cui il nome “Gennaio”). La scelta del mese non era casuale, essendo Giano divinità “bifronte”, che guardava al passato ed al futuro e quindi alla fine ed all’inizio di ogni anno come un padrone del tempo.

I festeggiamenti che si tenevano in onore del dio Giano vennero adottati e trasferiti in toto alle celebrazioni per l’arrivo del nuovo anno.

Dalle nostre parti il capodanno romano restò tradizione fino all’arrivo dei bizantini, i quali imposero il loro calendario nel quale l’inizio d’anno era fissato al primo settembre. Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.sandonatodininea-cs.it/2022/04/05/stuozzi-i-storia-parte-seconda/

STUÒZZI Ì STÒRIA. (parte prima)

Luigi Bisignani

Ieri ho ricevuto questa bellissima ricerca di MINUCCIU e come al solito ve ne faccio parte subito,l’unico problema é che questa ricerca é lunga allora per non perdere il filo MINUCCIU la propone in parecchie puntate ,oggi la prima parte ,il seguito verrà…

 

 

STUÒZZI Ì STÒRIA. (parte prima)

Minùcciu bbì cùnta cà, i fèsti sù còs’àntìchj….

 

Questo studio è stato a suo tempo effettuato, per essere donato al Giornale interattivo di San Donato, per la vendita “online”, quale fonte di finanziamento dello stesso giornale ed a sostengo delle spese di esercizio.

Lo studio era dedicato a mia madre, in segno di riconoscenza per tutte quelle giornate ordinarie che lei, con gesti semplici, aveva reso festive. Da lei ho appreso, fra molto altro, che nel parlato sandonatese, due termini dialettali antichi distinguevano il giorno di lavoro (fìlandìva) da quello di riposo (fèsta), entrambi con radici nelle lingue antiche (greco e latino), come la quasi totalità dei vocaboli che formano il dialetto paesano.

Rendo ora pubblico un resoconto delle mie ricerche.

Data la corposità del racconto, lo stesso verrà “spezzato” in periodi più corti e più fruibili in una pubblicazione online. Ho calcolato che pubblicando una media di tre paginette, in 8/9 puntate dovremmo esserne fuori.

Di seguito enumero il risultato delle ricerche sui vari termini che nel nostro parlato sono associati alle feste. Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.sandonatodininea-cs.it/2022/03/15/stuozzi-i-storia-parte-prima/

8 Marzo 2022 Festa della DONNA.

Luigi Bisignani

Che cosa sarebbe un mondo senza donne?
Sarebbe come una notte senza luna né stelle, una giornata senza sole,
un arcobaleno senza colori, una bocca senza sorrisi o un respiro senza aria.
Le donne non sono il sesso debole,
ma fragili e malati sono coloro che non le rispettano, non le amano, non le proteggono, che si permettono di maltrattarle,
picchiarle ed arrivano addirittura a violentarle o peggio ancora ad ucciderle, prima psicologicamente e poi fisicamente.
Che la festa delle donne non sia solo una data sul calendario, bensì iniziamo a far sì che lo sia tutti i giorni, come meritano. Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.sandonatodininea-cs.it/2022/03/07/85666/

CALCIO – Cortese torna a giocare da portiere a circa 63 anni

Luigi Bisignani

Torna a giocare da portiere a circa 63 anni :per continuare ad essere sportivo non si guarda l’età,

esempio per giovani e meno giovani.

SAN DONATO DI NINEA – Gregorio Cortese classe 1959, dell’A.S. San Donato, è tornato in campo da portiere dopo ben ventinove anni.

«Dopo 29 anni rieccomi qui – afferma – dopo aver fatto uno scorcio di partita per il debutto a Torano con il Real Dampetia, con molte parate da applausi ed uscite spericolate, e – due partite addietro a Firmo, contro la Polisportiva Arberia. Per la verità lì sono entrato nel secondo tempo, vedendo gli sguardi stupiti del pubblico e quelli degli avversari puntati addosso nel vedere entrare un portiere con i capelli bianchi. Forse saranno rimasti delusi ma credo di aver parato l’impossibile, e – negli ultimi secondi – grazie ad un’uscita nei piedi dell’avversario blocco la palla, mi scontro “involontariamente” procurandomi una grossa ferita alla testa con i tacchetti immersi tra il sopracciglio e lo zigomo, ma ci sta! È questa la “filosofia” di Cortese: «il portiere deve essere matto oppure deve stare sul divano” e finché mi divertirò resterò con i ragazzi. Per la verità, ho avuto contatti con una squadra di Prima categoria ed un’altra di Terza, ma ho rifiutato perché voglio continuare con i figli dei miei ex compagni». Scorrendo la sua carriera, il tutto iniziò nel lontano 1975 e la sua prima squadra fu la Pro Catanzaro. «Alcuni responsabili della Lazio scesero in Calabria – ricorda – per visionare giovani calciatori, mi contattarono ma uno dei miei dirigenti chiese una cifra esagerata, Non andò bene e decisi di smettere: avrei giocato solo con gli amici. Poi la ripresa. Dal 1977 al 1979 ho giocato con la squadra del BTG dei Carabinieri ad Iglesias in Sardegna; quindi un torneo interforze a Campobasso. Tornato in Calabria negli anni ’80 ho giocato per tre anni a Sersale (Cz), altri due anni a Lamezia Terme, anche qui con la squadra dei Carabinieri, e poi nell’88 e ’89 con l’A.S. Ninevo di San Donato di Ninea. Quindi, ancora per due anni a Mottafollone ed un altro biennio in seconda categoria col Malvito. Negli ultimi quattro anni – conclude – sono stato pagato, anche bene” e a quei tempi ho ricevuto anche una richiesta in Prima categoria, ma non ho potuto accettare per impegni di servizio. A dicembre 2021 dopo aver deciso di attaccare le scarpette al chiodo definitivamente, un mio ex dirigente ed alcuni compagni di calcio di ben 35 anni fa mi hanno chiesto di tornare a giocare ed aiutare anche i portieri. E da qui il ritorno in campo fino a quando non mi stancherò».

Tratto dal web https://www.dirittodicronaca.it

Permalink link a questo articolo: https://www.sandonatodininea-cs.it/2022/02/17/calcio-cortese-torna-a-giocare-da-portiere-a-circa-63-anni/

Vuoi vivere una vacanza UNICA? B&B e Bar “U’ Giruni”

Luigi Bisignani

Vuoi vivere una vacanza UNICA?

B&B e Bar “U’ Giruni”
nel centro storico di San Donato di Ninea, per una vacanza in relax in un luogo meraviglioso, organizziamo anche passeggiate nel borgo e sulle cime del Parco Nazionale del Pollino, con guide escursioniste ambientali esperte, e non può mancare l’enogastronomia, nei ristoranti convenzionati di
San Donato di Ninea e del territorio con la cucina tradizionale e identitaria.
Per maggiori informazioni chiamare al
3248188052 o su Facebook: U Giruni
Giulio Pignataro

Permalink link a questo articolo: https://www.sandonatodininea-cs.it/2022/02/11/vuoi-vivere-una-vacanza-unica-bb-e-bar-u-giruni/