Ago 25

Ricordi sandonatesi in Brasile

Luigi Bisignani

Karina Tropea mi scrive e pubblico le sue filastrocche

la-mia-storia_thumb

Belo Horizonte (Brasile) :Qualche ricordo che riviene a galla, ho come l’impressione che molti ricordi ritornano nella mente di tanti nostri paesani che si trovano lontano dal nostro proprio territorio ,Perché ?

Semplicemente che i nostri avi apesani hanno trasmesso alle nuovissime generazioni un po dei nostri usi e costumi. cucina,ricette sandonatesi, canzoni,feste eventi in generale, da notare che nei paese del Sud America dove si ntrovano tutt’ora molti paesani, si sono tramandate molte usanze tra cui la festa del Santo Patrono il mese d’agosto,la Pasqua ed altre feste tipicamente religiose,dal Brasile una nostra Amica paesana Karina Tropea ,ci ricorda come sua nonna gli cantava qualche canzone paesana,in attesa dei genitori che andavano al lavoro.

IMG_20150421_145333

 

Francesco Maria Tropea, nacque nel 1899 a San Donato di Ninea. Sposato ad una sandonatese Angélica Iannuzzi che nacque nello stesso paese nell’ anno 1904.

La loro storia e le loro tradizioni li hanno acompagnati sempre tramandando usi e costumi a tutti i discendenti ,la figlia di Rosa, figlia di Francesco, Karina ci fa il piacere di ricordarci qualche canzoncina che la nonna Angelica Iannuzzi,gli cantava aspettando che i genitori tornassero dal lavoro,cosi tutti i giorni.

Karina si ricorda queste canzoni come se fosse ieri allora c’é ne fa regalo.

Ed aggiunge in un suo dialetto Sandonatese con l’accento Argentino /Brasiliano/Sandonatese :

02«Io ho trascorso la mia infanzia insieme a loro, parlando il loro dialetto raro ed unico, ascoltando le storie e canzoni del lontano San Donato e mangiando piatti tipici del paese.

Pizzi Pizzi trangulu aru chianu ii Santanjulu,

E Santanjulu e Catarina aru chianu da Riggina.

A Riggini ghe juta nda Spagna é purtata 4 castagne,

E castagna e castagnola iessi tu a cicirignola!!!”

 

 

“Cimbli cjambi ia pi via Mussu nivuru gli curria,

Sí non era pi gambe storti, Mussu nivuru era morto”

“Palla dorata dove sei stata?

Dove lá nonna E chi ti há datto?

Un’arancia Dove l’hai messo?

Nel cestino Fammila vedere

Eccola qua!”

Permanent link to this article: http://www.sandonatodininea-cs.it/2015/08/25/ricordi-sandonatesi-in-brasile/

8 comments

Skip to comment form

    • Karina Tropea on 25 Agosto 2015 at 12 h 27 min
    • Reply

    Grazie mille Luigi Bisignani!!!
    Abbracci!!!

  1. é un piacere
    ciao karina

    • Vincenzo on 25 Agosto 2015 at 14 h 58 min
    • Reply

    La storia di Karina è molto bella, la figura dei nonni che trasmettono con i loro racconti, le filastrocche , la cultura, le usanze, di un mondo tanto diverso quanto lontano che loro hanno dovuto abbandonare alla ricerca di una vita migliore. Le radici restano, ed ecco una nipote, scrive e parla il loro dialetto vuole conoscere i luoghi dove sono nati, conoscere parenti sentiti solo nominare. È nobile da parte tua avere questi propositi e questi sentimenti.

  2. PROVA COMMENTI

    • Luigi on 25 Agosto 2015 at 16 h 42 min
    • Reply

    Spero che altri faranno la stessa cosa.
    Grazie alla direzione.

    • Luigi on 25 Agosto 2015 at 18 h 38 min
    • Reply

    Prova con cellulare ,,Francia.

    • Angelica Iannuzzi De Paola on 26 Agosto 2015 at 23 h 48 min
    • Reply

    Bellissima storia Karina grazie di averla condivisa con noi , le nostre radice sono forti ed e giusto cosi ,muito obrigada querida

    • Thomas test on 27 Agosto 2015 at 8 h 38 min
    • Reply

    test commentaire

Lascia un commento

Your email address will not be published.