Programma Politico Amministrativo 2024-2029 della Lista N.1: IL FUTURO CHE VOGLIAMO

Luigi Bisignani

Il nostro obbiettivo principale é d’informare il cittadino Sandonatese,in questo periodo elettorale vogliamo far conoscere il PROGRAMMA di ogni Lista…

oggi abbiamo ricevuto il programma della lista ” IL FUTURO CHE VOGLIAMO” e pubblichiamo.

LISTA CIVICA

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO

Comune di San Donato di Ninea (CS)

Elezioni Comunali 8-9 giugno 2024

INDICE:
1. Introduzione

  1. Bilancio e piano di rientro dei debiti ereditati

3.Trasparenza della Pubblica Amministrazione e rapporto con i cittadini

  1. Territorio

4.1.  Agricoltura

4.2. Mobilità: trasporti e parcheggi

4.3. Acque Pubbliche

4.4. Rifiuti

4.5. Energia

4.6 Immobili Abbandonati e decoro urbano

  1. Urbanistiche e opere pubbliche
  2. Politiche sociali

6.1. Sanità

6.2. Turismo

6.3. Parco del Pollino- Ente Parco

6.4 Sport

  1. Lavoro e attività produttive
  2. Tutela del diritto allo studio

 

  1. Introduzione

La lista “Il Futuro che vogliamo” nasce per pura casualità.

Un giorno parlando del nostro prezioso e meraviglioso Territorio con un amico al bar mi sono permesso di fare una simpatica battuta sulla mia possibile candidatura a Sindaco alle prossime elezioni.

La mia era solo una battuta… ma si sa che nei piccoli centri la gente mormora ed è proprio grazie a questo mormorio che si è diffuso a macchia d’olio tra noi concittadini la notizia della mia possibile candidatura che mi ha successivamente spinto a considerare questa idea possibile e realizzabile.

Per come si sono evolute le situazioni, eccomi qui a scrivere l’introduzione del nostro programma elettorale frutto di un profondo e attento confronto che io e i miei sostenitori abbiamo avuto l’onere di avere con molti di voi, nostri concittadini.

Ed è proprio da questo confronto che nasce la mia personale volontà e quella di tutte le persone che mi sostengono in questa avventura, di restituire al nostro Territorio una Amministrazione seria e credibile dopo diversi anni di trascuratezza.

Infatti, è sotto gli occhi di tutti noi concittadini che in questi ultimi dieci anni il nostro Comune non solo non ha fatto progressi ma ha fatto molti passi indietro in termini di gestione del Territorio sia da un punto di vista demografico ed economico, sia da un punto di vista delle motivazioni di chi ha la fortuna e il privilegio di abitarvici.

Proprio per queste seppur non esaustive ragioni, la lista “Il Futuro che vogliamo” è composta da persone che hanno come obiettivo primario quello di riaccendere la speranza di un futuro migliore per tutti noi concittadini, riportando vita e speranza nel nostro Comune.

Quello che possiamo promettervi sin da ora è che lavoreremo tutti con onestà e lealtà nell’ottica di ricostruire il nostro Comune esaltandone la bellezza che da sempre lo caratterizza nella speranza che nessun abitante di questo luogo sia costretto a lasciarlo per un futuro migliore.

Lista il “Futuro che vogliamo”

Vostro Candidato Sindaco

Vincenzo Russo

2- Bilancio e piano di rientro dei debiti ereditati

Come si evince dalla relazione del 24 aprile 2023 del revisore dei conti dott. Massimo La Gamba (soggetto indipendente rispetto al Comune) relativa al bilancio del 2022 (per il bilancio relativo al 2023 invece il Comune non ha ancora pubblicato nulla) e dalla delibera n. 133/2021 della Corte dei conti, la situazione finanziaria del nostro Comune è molto difficile e sono denunciate numerose inefficienze e irregolarità contabili, finanziarie e legali, che la nostra lista si impegna ad eliminare. Di seguito si riporta un elenco delle tematiche rilevanti.

  1. Vi è una bassa percentuale di riscossione in rapporto alle entrate accertate. Il revisore dei conti ha evidenziato il pericolo collegato alla decorrenza dei termini prescrizionali, con conseguente perdita del credito per il Comune. Le imposte locali sono già al massimo, noi vorremmo gradatamente ridurle, ma per farlo non possiamo permetterci di regalare i nostri soldi, perché il motto della nostra lista è: pagare tutti, pagare meno;
  2. le controversie legali costano care: occorre monitorare e fare una ricognizione di tutte le cause legali in corso (che sono prive di una adeguata copertura finanziaria) e cercare una transazione per quelle che presumibilmente verrebbero perse in giudizio;
  3. per limitare le spese legali e per assicurare la massima trasparenza ai nostri concittadini, occorre creare un albo degli avvocati disponibili alla difesa del Comune, chiedendo il curriculum degli aspiranti difensori e il preventivo per ciascuna controversia da affrontare;
  4. vi sono ritardi dell’Ente nel pagamento dei debiti: ritardi significa dover pagare interessi e spese legali per delle cause perse e quando si perdono le cause occorre pagare le spese legali anche della parte vincitrice: occorre dunque una ricognizione dei debiti e provvedere, nei limiti delle scarse disponibilità economiche attuali, al pagamento il prima possibile di quelli più onerosi per limitare la spesa per interessi e per le controversie legali;
  5. il revisore ha evidenziato la necessità di adottare tutte le misure correttive in osservanza di quanto già sollecitato invano dalla Corte dei conti e la nostra lista sostiene appieno tutte le misure volte a ripristinare la legalità e la correttezza contabile e finanziaria del Comune, che oltretutto incidono negativamente, e non poco, sull’immagine di San Donato di Ninea;
  6. vi è una voce relativa all’accensione di prestiti nel 2022 per 390.425,86 di euro che è molto inquietante: sembrerebbe che vengono restituiti i vecchi debiti (per euro 58.109,26) contraendo nuovi debiti per importi ben maggiori rispetto ai vecchi debiti, un modo di amministrare il nostro Comune che è stato già stigmatizzato dalla Corte dei conti e che la Corte costituzionale ha pure aspramente criticato, evidenziando come in questa maniera si pone in essere un’attività contraria rispetto all’equità intergenerazionale. In parole più semplici si sposta sui nostri figli il peso dei debiti contratti dal Comune cosa che noi assolutamente non vogliamo;
  7. occorre programmare investimenti oculati e mirati tenendo conto della loro possibile e reale realizzazione, tenendo conto della estrema limitatezza delle risorse.
  8. il revisore dei conti e la Corte dei conti hanno concordemente evidenziato da un lato che nel bilancio le poste attive sono sopravvalutate e dall’altro la necessità di procedere periodicamente alla ricognizione dei debiti fuori bilancio, ossia debiti contratti dal Comune senza la relativa copertura finanziaria in bilancio: la nostra lista concorda naturalmente anche su questo punto, evidenziando che i debiti fuori bilancio sono spesso il risultato di un bilancio di previsione (ossia per il futuro) troppo ottimistico e poco prudente, specie tenendo conto degli impegni presi per il futuro dal Comune per rientrare dai suoi debiti;
  9. il revisore ha sottolineato la necessità di migliorare il dialogo tra l’ufficio finanziario ed i vari responsabili dei servizi del Comune (sembra incredibile che in un Comune piccolo come il nostro vengano evidenziati errori di comunicazione fra gli uffici!);
  10. occorre, come sottolineato dal revisore, procedere ad un inventario completo dei beni mobili ed immobili del Comune in modo da tenere tutto sotto controllo, conoscerne il reale valore e non perdere beni di proprietà del Comune (si ricorda che anche gli immobili possono essere sottratti mediante usucapione);
  11. occorre incrementare assolutamente le entrate del Comune senza far pagare altri denari ai nostri cittadini, che già pagano delle imposte molto alte senza avere adeguati servizi: a tal fine rinviamo a tutte le iniziative proposte per le feste estive che – oltre a: rendere più piacevoli per tutti noi le nostre estati, incrementare il turismo (ma forse dovremmo meglio dire: far iniziare da zero il turismo!), migliorare l’immagine del nostro Comune, portare sollievo alle attività commerciali presenti e incentivarne l’apertura di altre – sono finalizzate a far nascere dei vivaci e conosciuti mercati, così da attrarre, in maniera fissa e periodica, degli espositori qualificati che paghino al nostro Comune la tassa per l’occupazione del suolo pubblico.

 

 3-Trasparenza della Pubblica Amministrazione e rapporto con i cittadini.

La lista “il Futuro che Vogliano” considera il Comune il Comune di tutti.

Proprio nell’ottica quindi di avvicinare tutti i cittadini alla vita dell’Amministrazione e soprattutto per venire incontro ad ogni loro esigenza, proponiamo di:

  1. attuare una generale riorganizzazione degli Uffici e dei servizi del Comune;
  2. creare un dialogo e una connessione più profonda  con i cittadini;
  3. curare in modo approfondito l’informazione dell’attività amministrativa anche  attraverso il sito web del Comune;
  4. istituire un “Punto di Ascolto” presso la sede del Comune con l’obiettivo di raccogliere le istanze, suggerimenti, segnalazioni e proposte formulate proprio da voi cittadini. A rotazione un giorno a settimana gli amministratori si alterneranno nella sede del Punto di Ascolto in fasce orarie prestabilite e previamente comunicate dall’Amministrazione.
  5. analizzare la possibilità di utilizzo di nuove tecnologie per ampliare e migliorare la copertura del servizio Wi-Fi nel Comune;
  6. promuovere e pubblicizzare l’attività amministrativa sui social mediante l’utilizzo dei canali ufficiali compresi Facebook/Instagram/Twitter sino ad ora non molto utilizzati dalle passate Amministrazioni;
  7. ristrutturare ed ubicare in un locale idoneo l’archivio comunale e catalogarne i relativi documenti: l’idea è quella di riscoprire la nostra storia, le nostre radici, il nostro orgoglio.

 

4- Ambiente

La valorizzazione del nostro Territorio è connessa alla salvaguardia del nostro ambiente, ambiente da intendersi a 360 gradi ossia come luogo di vita da tutelare in tutte le sue sfaccettature. Prima di attrarre bisognerà costruire una visione pulita e concreta del nostro Territorio a partire dalla protezione della natura che ha permeato con i suoi odori e i suoi colori la nostra infanzia.

Il nostro programma prevede interventi semplici (anche in ragione del fatto che il Comune è attualmente molto indebitato) ma efficaci per raggiungere questo obiettivo, interventi che abbiamo di seguito catalogato per materia.

4.1- Agricoltura

La lista il “Futuro che vogliamo” vuole riportare questo settore economico alla vocazione propria di un’agricoltura che punta per sua natura alla diversificazione, alla qualità e alla eccellenza della produzione dei propri prodotti.

È evidente che negli ultimi anni è stata premiata la grande distribuzione a scapito della piccola e media impresa agricola, realtà, quest’ultima che invece va protetta, tutelata e incentivata.

La nostra lista ha come obiettivo quello di:

  1.  sostenere coloro che avviano o che sono già in possesso di un’impresa agricola e di piccole e medie dimensioni;
  2. promuovere la produzione biologica nel nostro Territorio;
  3. creare una fonte di collegamento tra agricoltura, ambiente e turismo settori che possono e devono integrarsi nell’ottica di uno sviluppo economico sostenibile rispettoso del suo ambiente;
  4. istituire un assessorato agricoltura ambiente e territorio;
  5. incentivare e supportare le iniziative tese a riqualificare il comparto agricolo;
  6. sollecitare la collaborazione con gli altri comuni vicini per un mercato a chilometro zero privilegiando le culture alimentari tipiche del Territorio promuovendo uno sviluppo economico e sociale ad ambiente sostenibile;
  7. creare un catalogo di prodotti del nostro Territorio (ad esempio castagne, funghi, fragole, fichi, ulivi, prugne ecc.…) per valorizzarne la tipicità esclusiva e le loro qualità.

 

4.2- Mobilità: trasporti e parcheggi

La mobilità individuale è un diritto della persona riconosciuto anche a livello comunitario.

Tutti ad oggi si spostano essenzialmente con l’utilizzo di mezzi privati che, in assenza di una razionalizzazione dei servizi sul Territorio e senza considerazione delle esigenze delle singole persone, determinano elevati tempi di percorrenza.

La nostra lista si pone come obiettivo quello di:

  1. intensificare i rapporti diretti con le aziende di trasporto per l’integrazione dei servizi;
  2. progressivo abbattimento delle barriere architettoniche urbane;
  3. predisporre la manutenzione e relativa risistemazione di tutta la segnaletica stradale  compresa quella concernente l’individuazione di tutti i siti storici presenti nel nostro Territorio.

Secondo aspetto connesso alla mobilità è l’istituzione di aree di parcheggio che, allo stato, come è evidente, non sono sufficienti a soddisfare le esigenze del nostro Territorio.

L’assenza di aree di parcheggio non solo incide profondamente sui singoli cittadini ma determina un deterrente importante per i turisti che consapevoli del problema decidono di non visitare il nostro meraviglioso Territorio.

La nostra lista sul punto si pone come obiettivi:

  1. l’individuazione di aree da adibire a parcheggio;
  2. smantellare abitazioni dismesse e non utilizzate dove sia possibile ricavare parcheggi aperti al pubblico.

4.3- Acque Pubbliche

L’acqua pubblica deve essere protetta. La nostra intenzione è quella di:

  1.  rimodernare e rendere efficiente l’articolato sistema di distribuzione idrica. È urgente provvedere alla sistemazione delle sorgenti e dei serbatoi di accumulo con l’eliminazione delle innumerevoli perdite lungo la rete;
  2. provvedere alla pulizia delle condotte fognarie e favorire progetti di fattibilità tecnica ed economica per il completamento delle reti fognarie nelle zone rurali e periferiche.

4.4- Rifiuti

La lista “il Futuro che vogliamo” intende adottare e incentivare la strategia a “Rifiuti Zero” per un Territorio pulito.

È evidente che molte zone del nostro Territorio sono state ridotte a ricettacolo di rifiuti e non inserite in un progetto di manutenzione e pulizia per molto tempo.

Per il decoro del nostro Territorio occorre anche riprendere necessariamente la pulizia delle strade e dei vicoli inserendoli appunto in un progetto articolato e definito in modo chiaro per mantenerle sempre in ottimo stato.

Per queste ragioni occorre:

  1. incentivare la raccolta “Porta a Porta” che deve essere sostenuta e sviluppata al massimo;
  2. razionalizzare e migliorare la raccolta di rifiuti speciali ed ingombranti e l’eventuale conferimento diretto all’isola ecologica.

4.5- Energia

Il tema dell’Energia è stato sottovalutato nel nostro Territorio.

Ad oggi, è noto, come l’energia da fonti rinnovabili possa evidentemente salvaguardare l’ambiente e la salute dei cittadini.

La nostra lista intende elaborare un piano energetico del Comune e quindi:

  1. valutare e incentivare programmi per la costruzione di progetti agrivoltaici nel rispetto di tutti vincoli anche paesaggistici;
  2. valutare la graduale sostituzione di tutte le luci di illuminazione pubblica con altre a risparmio LED e con modulatori intelligenti regolanti l’intensità luminosa;
  3. progettare interventi di miglioramento dell’efficienza energetica del patrimonio immobiliare Comunale.

4.6- Immobili abbandonati e decoro urbano

Il problema delle case abbandonate o comunque fatiscenti nel nostro Comune, specie nel paese di San Donato di Ninea, è enorme. Il degrado porta problemi di igiene e sicurezza pubblica, allontana gli abitanti e i turisti, abbatte drasticamente il valore degli altri immobili, attrae animali potenziali veicoli di malattie come topi, favorisce il rilascio di odori sgradevoli, e, non da ultimo, contribuisce a deprimere il morale di coloro che vivono o semplicemente passeggiano tra queste case.

Secondo la legge l’immobile che si trovi in stato di abbandono e che non sia utilizzato per un certo periodo di tempo significativo può essere requisito dal Comune se il proprietario non inizia ad eseguire dei lavori di ristrutturazione entro alcuni mesi dal ricevimento di una diffida da parte del Comune (artt. 31-33 del d.P.R. n. 380 del 2001, cd. Testo Unico dell’edilizia).

La nostra lista si impegna innanzitutto a una completa ricognizione degli immobili siti nel Comune individuando quelli abbandonati e fatiscenti.

In effetti, ai sensi dell’art. 2053 cod. civ., il proprietario di un edificio o di altra costruzione è responsabile dei danni cagionati dalla loro rovina, e d’altra parte il Sindaco, titolare dei poteri in materia di ordinanze urgenti, ha la facoltà di emanare provvedimenti che impongano al proprietario una serie di interventi. In virtù di tale obbligo devono garantire che non si creino situazioni che mettano a repentaglio la salute pubblica quali quelle che si verifichino quando uno stabile sia in evidente stato di incuria (Cons. Stato n. 1767 del 22 febbraio 2024).

La nostra lista si fa dunque garante del decoro e dell’igiene del Comune e soprattutto del rispetto della dignità di coloro che abitano nel nostro Territorio e che hanno diritto a vivere in un contesto decoroso (Corte cost. n. 202 del 2021).

A questi fini la nostra lista si impegna:

  1.  ad agire in conformità alle finalità espresse dalla legge della regione Calabria 7 luglio 2022, n. 25 (Norme per la rigenerazione urbana e territoriale, la riqualificazione e il riuso) il cui art. 1 individua nella rigenerazione urbana e territoriale lo strumento finalizzato a promuovere il governo sostenibile del Territorio, a contenere il consumo del suolo, al recupero del patrimonio costruito per migliorarne la qualità non solo urbana, edilizia-architettonica ma anche territoriale, paesaggistica e ambientale, l’efficienza energetica e idrica, la sicurezza sismica e la dotazione tecnologica, per favorire la promozione di politiche urbane integrate e sostenibili, per il perseguimento della coesione sociale, della tutela dell’ambiente e del paesaggio e della salvaguardia delle funzioni ecosistemiche del suolo. Inoltre, nei nostri Paesi insistono degli edifici, alcuni già di proprietà del Comune, che riteniamo strategici per tutta la nostra comunità. Ci riferiamo in particolare all’edificio del centro storico ex sede del Comune che da anni  attende chiarezza e progettualità per la sua riqualificazione e per tornare ad essere utilizzato a beneficio di tutti i cittadini;
  2. a studiare un piano di interventi di agevolazioni fiscali da parte del Comune ed economici da parte di istituti bancari previa erogazione di prestiti a tasso agevolato previamente concordati con il  Comune;

5.- Urbanistica e opere pubbliche

La nostra lista intende dare la possibilità ai cittadini di conoscere e determinare le scelte urbanistiche del Comune al fine di poter contribuire fattivamente ai progetti che li vedono protagonisti e futuri utilizzatori.

Per la definizione del piano urbanistico occorre:

  1.  prevedere occasioni di coinvolgimento nei processi decisionali di un maggior numero di soggetti;
  2. sviluppare la viabilità Comune-Montagna: il nostro Territorio evidentemente caratterizzato dalla favorevole vicinanza con le montagne, aspetto questo non trascurabile. Per tale ragione l’obiettivo primario della nostra lista è quello di costruire strade e curare quelle già esistenti che colleghino al meglio i centri urbani con le montagne;
  3. ricostruire i collegamenti precedentemente esistenti ed interrotti a causa della mancata manutenzione.

Un ulteriore aspetto fondamentale è la cura dei centri storici del Comune. In particolare, la nostra lista intende:

  1. provvedere ad un’opera di pulizia e manutenzione di tutti i siti di interesse storico culturale;
  2. provvedere alla ricognizione dei simboli di rilevanza storica esistenti nel nostro Comune;
  3. curare e migliorare tutti i luoghi di interesse storico riprendendone l’effettiva manutenzione così da renderli facilmente accessibili a tutti i turisti;
  4. pubblicizzare i siti storici sui social mediante la pubblicazione di post e video allo scopo di suscitare nel turista l’interessa alla visita.

6- Politiche sociali

 Sanità

Viste le esigenze dei residenti, lontani da qualsiasi struttura ospedaliera pubblica, la nostra lista ha come obiettivo quello di:

  1.  collaborare con l’ASL e con il nostro Presidio Sanitario per migliorare la situazione sanitaria attualmente molto deficitaria e di difficile accesso per i nostri concittadini specialmente per gli anziani;
  2. richiedere una migliore presenza di medici specialistici per evitare lunghi spostamenti tenuto conto delle esigenze dei residenti soggetti a problemi come maternità, infanzia e età avanzata;
  3. favorire la realizzazione, quindi di un presidio polivalente che diventerebbe utilissimo anche nei periodi di massima affluenza turistica;
  4. valutazione anche la possibilità di agevolare l’insediamento di aziende sanitarie, case di cura per anziani, sia private sia convenzionate.

6.2- Turismo

Curare l’immagine e l’organizzazione del nostro Comune è necessario e indispensabile alla luce dello sviluppo del turismo nel nostro Territorio.

Per fare ciò occorre creare eventi di richiamo che diano visibilità al nostro Comune sfruttando ogni occasione per portare la realtà del nostro Territorio all’attenzione dei media recuperando contatti e collaborazioni con le grandi organizzazioni del turismo.

Per fare ciò la nostra lista propone di:

  1. sviluppare ed incrementare fortemente la promozione anche mediatica di qualsiasi evento di rilevanza turistica attuato nel nostro Territorio: è innegabile l’incuranza delle precedenti amministrazioni su questo punto considerato che – banalmente-  il profilo ufficiale Instagram del Comune non ha mai negli anni pubblicato nulla! L’intenzione non è solo quella di attuare una pubblicità cartacea nel nostro Comune ma soprattutto sviluppare quella social che potenzialmente può abbracciare un arco più ampio di popolazione, anche spingendosi oltre i nostri confini;
  2. incrementare gli eventi Comunali e sostenere quelli già esistenti. L’intenzione è quella di allargare il  programma di eventi con manifestazioni di interesse musicale/culturale come:
  • rassegna editoriale e dibattito culturale: partendo dal talento dei nostri concittadini a nuovi scrittori che hanno piacere di presentare le proprie opere nel nostro Comune;
  • rassegna teatrale: l’intenzione è quella di dare più spazio e di supportare l’attività teatrale già sviluppata nel nostro Comune fino ad arrivare ad ospitare Compagnie amatoriali;
  • premio annuale “Targa orgoglio sandonatese dell’anno”: considerato l’impegno di alcuni nostri concittadini che combattono giornalmente per il recupero del nostro Territorio e di coloro che, purtroppo a causa delle scarse possibilità lavorative che offre il nostro Territorio sono stati costretti a trasferirsi altrove, l’intenzione della nostra lista è quello di rilasciare un premio annuale a chi si è più distinto per le sue qualità morali, lavorative contribuendo a diffondere il buon nome del nostro Comune anche fuori dai nostri confini;
  • settimana “sotto le stelle”: l’intenzione è quella di sfruttare il nostro Comune al massimo delle sue potenzialità organizzando ed incrementando anche serate culturali alla Motta con: 1) lezioni di meditazione; 2) osservazione del cielo con sdraio; 3) aperitivo sotto le stelle con la collaborazione di qualche concittadina di buon cuore che insegna ricette di cucina tradizione del nostro Territorio;
  • “Notte Bianca”: tutti vestiti rigorosamente di bianco, mercatini per le strade del nostro Comune con contestuale serata dedicata alla musica popolare; street food e divertimento;
  • “CrespelliAmo” Sagra delle crespelle e “scavudatieddi” per onorare finalmente questa nostra tradizione territoriale che sta piano piano purtroppo tramontando;
  • “Parata delle Bande”: l’intenzione è quella di entrare in sinergia con i comuni vicini organizzando una parata di tutte le bande dei comuni che vi vorranno partecipare;
  1. sponsorizzare e supportare iniziative già presenti sul Territorio come le escursioni e passeggiate in montagna.

L’intenzione della nostra lista è quella di spalmare su tutto il Territorio (Ficara, Policastrello e San Donato di Ninea) le sopra elencate attività.

6.3- Parco Nazionale del Pollino- Ente Parco

Curare e sviluppare il rapporto con l’Ente Parco e le politiche adottate dagli amministratori locali: l’obiettivo della nostra lista è quello di sviluppare in una cornice iter – istituzionale, progetti di sviluppo e condivisi con l’Ente Parco. Il parco deve diventare un elemento propulsivo da un punto di vista turistico e deve essere maggiormente fruibile dai nostri cittadini, in altre parole deve connotarsi come parte integrante di un sistema.

Occorre quindi assumere una visione globale dove il parco diventa un elemento fondamentale per la crescita culturale e sociale economica delle comunità locali. Il parco quindi, come progetto innovativo di sviluppo locale incentrato sulla sostenibilità e come soggetto istituzionale promotore di buone pratiche di governo del territorio.

 6.4- Sport

Lo sport è un’attività di grande rilevanza sociale e sanitaria, promotore di benessere fisico e mentale, nonché importante strumento educativo, soprattutto per la vita delle nuove generazioni.

L’attività sportiva educa all’autodisciplina, all’autonomia, alla determinazione, alla conoscenza delle proprie capacità e dei propri limiti.

Lo sport praticato in maniera sana promuove valori di solidarietà, di rispetto degli altri e delle altrui diversità e permette di raggiungere l’equilibrio interno e di mantenerlo.

Quando lo sport è di gruppo (come, ad esempio, il calcio) è altresì uno strumento di aggregazione.

A tal proposito la nostra lista intende:

  1. sistemare il campo di calcio Franco Campolongo e  riproporre la squadra di calcio A.S. San Donato;
  2. favorire tutte le attività di carattere sportivo nascenti sul Territorio.

7.- Lavoro e attività produttive

A fronte dell’attuale situazione economica dell’amministrazione comunale la nostra lista ha intenzione di impegnarsi:

  1.  a pianificare uno sviluppo occupazionale e un’economia locale, partendo dalla creazione di progetti che comprendono istruzione, cultura, energia alternativa, agricoltura, alimentazione, turismo e tutti i settori produttivi;
  2.  a fornire il proprio supporto tecnico e burocratico alla cittadinanza al fine di agevolare il reperimento di fondi e finanziamenti, mettendo a disposizione gli strumenti utili per la partecipazione a bandi regionali ed europei per favorire la realizzazione delle attività imprenditoriali e commerciali;
  3. a istituire rapporti di stretta collaborazione con le università istituendo un premio per la migliore tesi che abbia ad oggetto il nostro Comune;
  4. a concludere contratti di locazione agevolata di locali comunali in disuso e terreni incolti per nuove attività relative all’imprenditoria giovanile Start-up innovative;
  5. istituire presso Comune un centro per l’impiego per coloro che sono in cerca di lavoro.

8.- Tutela del diritto allo studio

La tutela del diritto allo studio è fondamentale per la tutela dell’individuo nella famiglia e nella comunità.

A tal riguardo, la nostra lista ha come obiettivo quello di:

  1.  mantenere il complesso delle scuole in ottimo stato di manutenzione adeguandole alle nuove esigenze;
  2. istituire centri di aggregazioni polifunzionali finalizzati a sostenere la famiglia nel proprio compito educativo, prevedendo al loro interno laboratori intergenerazionali, con ruolo centrale degli anziani nell’insegnamento delle arti e mestieri che oltre a favorire un’osmosi generazionale, possano consentire la gestione di piccole attività artigianali e produttivi su scala comunale;
  3.  sostenere quei progetti che prevedono l’individuazione di luoghi di aggregazione per i  giovani quali valido ed efficiente supporto nella gestione del tempo libero;
  4.  promuovere la partecipazione dei giovani alle fasi progettuali delle iniziative amministrative mediante il loro ascolto diretto e rispettoso con il fine di acquisire la loro visione e coinvolgerli nelle scelte che incidano sul loro futuro; l’obiettivo è quello di formare futuri cittadini attivi e competenti;
  5. intraprendere azioni finalizzate a garantire che ad inizio anno scolastico ogni studente, appartenente a famiglie in totale assenza di reddito e quindi al limite minimo vitale, abbia i testi scolastici.

 

Programma inviato  dal Dr FIORINO CERCHIARO

Permalink link a questo articolo: http://www.sandonatodininea-cs.it/2024/05/14/programma-politico-amministrativo-2024-2029-della-lista-n-1-il-futuro-che-vogliamo/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.