Nov 28

Le 100 vette del Pollino di Nicola Zaccato

Luigi Bisignani

“Nicola Zaccato conquista 100 vette nel Parco Nazionale del Pollino” .

Scalare 100 vette nel parco Nazionale del Pollino il parco più grande d’Italia !!! “Non è facile ma neanche impossibile” Cit.di Nicola Zaccato.03

E’ solito da parte di escursionisti e/o appassionati di montagna, conquistare le cime le più importanti ; le 5 vette che superano i 2000 m. slm. Questa, una prassi che ha preso piede anche fra i monti del Pollino, che apre la possibilità dell’aggiunta di qualche altra vetta dell’Orsomarso, fino ad arrivare a scalare 30 vette . Nessuno finora, ha mai realizzato l’impresa della conquista delle 100 vette nel parco Nazionale del Pollino.

Il trekker racconta: “L’esordio di questa impresa, oltre che nella mia mente, dove man mano che la pensavo, prendeva vita, è partita da un’attenta analisi del territorio. Per realizzare la conquista delle 100 vette del Pollino e dell’Orsomarso , ho impiegato ben 2 anni. Il contatto con il territorio, a me non è nuovo per via delle imprese precedenti, sono partito da uno studio del territorio, dove sulla cartina, ho individuato e tracciato il percorso da seguire e le vette da conquistare ; fatto un elenco delle vette da scalare, la mia impresa ha avuto inizio.

La prima difficoltà incontrata e che mi ha accompagnato in questi 2 anni è stata di natura logistica è stato difficile ed a volte stremante, spostarsi da un’estremità all’altra del parco impiegando molte ore di viaggio.

Mi sono trovato in questo tour a spostarmi fino ad Alessandria del Carretto, Belvedere Marittimo, Aieta , Verbicaro, fino ad arrivare a Grisolia ed a toccare altre tappe di riferimento per l’inizio delle singole scalate da un estremo all’altro della Calabria e della Basilicata. Punto di partenza Frascineto, paese in cui risiedo, che nonostante la sua posizione centrale sul territorio, dista in media dalle 4 alle 5 ore di viaggio A/R dal punto di inizio delle mie scalate.

Salire su una vetta minore o secondaria, a volte è più difficile e faticoso rispetto ad una vetta che supera i 2000 m. slm.!!!! Realtà tanto paradossale quanto vera! Questo perché trovare un sentiero sulle vette minori, a volte poche conosciute ; diventa difficile perché i sentieri, sono inesistenti. Questa una realtà che ho trovato soprattutto nel selvaggio Orsomarso. In un’ottica di conquista questa mancanza rallenta non solo la conquista in se ma fa perdere del tutto i punti di riferimento e mette a grave rischio l’orientamento soprattutto se ci si trova per la prima volta in un territorio e l’unica cosa che si intravede è la vetta che hai da conquistare davanti. Hai davanti agli occhio l’oggetto della tua conquista, la vedi limpidamente anche se lontana, ma non puoi arrivarci perché ti si presentano mille ostacoli ; magari hai davanti un canalone invalicabile e quindi, per arrivarci, devi fare per forza un giro lungo. Questo comporta che aumenta così il dislivello, che da medio-basso su carta, diventa notevole nella sua realtà naturalistica e spesso, anche arrivare su una sola vetta si superano i 700 m. di dislivello che è maggiore anche rispetto alla conquista della Serra del Dolcedorme. ( Vetta più alta del parco 2267 m. slm).

Arrivati ad ogni vetta di questa lunga impresa, il panorama è sempre incantevole. Alcune vette, quali il Monte la Destra , il Vernita , il Panaluda, per la loro posizione centrale che si affaccia sull’intero territorio, regalano panorami mozzafiato a 360° con una vista sui monti del Pollino e dell’Orsomarso, dal Sirino fino ad arrivare alla costa Tirrenica. Arrivando sull’altra sponda del Parco, tra il monte Cannitello e la Castelluccia è possibile godere della vista dei due mari e quindi delle due coste; quella Tirrenica e quella Jonica.02-Copia di 90

In tanti, conoscendomi, mi chiedono cosa mi spinga a fare tutto questo e sudare le fatidiche 100 camicie…veramente una scia di sudore nonostante gli indumenti tecnici. La mia risposta è sempre la stessa: CONQUISTARE UNA VETTA !!! La vetta per me è una conquista.       Arrivato in cima, infinite le emozioni forti, date dall’entusiasmo e dalla fatica fisica. Emozioni e sforzi indescrivibili ripagate dal gusto della conquista e godere della bellezza dell’altezza. Una sensazione inebriante davanti alle meraviglie del Creato , uno spettacolo mozzafiato e la fine di un sogno che si realizza e prende vita. Una sensazione di libertà assoluta!!! Mi guardo attorno e mi sembra tutto piccolo … perfino io sono un puntino sulla vetta!!! Dall’altra parte, sai però che arrivati in vetta non si vince nulla, non ci sono premi ad aspettarti e ad onorare i tuoi sforzi…ripagati solo dall’estasi ineguagliabile della conquista e dell’unicità della tua impresa. Arrivato in vetta ti permette di ascoltare il tuo respiro, che assume un’eco assordante in mezzo al silenzio delle alture. Puoi godere del silenzio unico che trovi in cima, un’esperienza indimenticabile !!! Ogni vetta regala un’esperienza e un panorama diverso, la gioia è enorme . Appagato da tutta questa meraviglia, puoi guardare l’orizzonte e sentirti tutt’uno con il Mondo che ti circonda e tanta la soddisfazione di aver raggiunto la tua meta .

Tutto questo, semplicemente per il gusto dell’avventura, per l’amore per lo sport , grazie anche alla profonda conoscenza del Territorio.

Invito, non solo gli sportivi e gli appassionati di montagna e del trekking a fare questa esperienza, riempendola di valore e significato così come ho fatto io. Allego il percorso da me delineato ed il nome e le quote altimetriche di tutte le vette sulle quali sono salito.01-30^ vetta Serra del Dolcedorme

Possibile trovare le foto di questa impresa durata 2 anni ed i video, sul mio sito : www.montidelpollino.ilbello.com

© Nicola Zaccato

Presidente Ass. ldentità Territoriale

Guida Ambientale Escursionistica

Le 100 vette scalate da Nicola Zaccato nel Parco Nazionale del Pollino in due anni-

Dal 10/06/ 2012 al 23/09/2014

Le vette da scalate nel 2012 sono:

 

1^ Pietra del Cisso 1354 m. slm                     10/06/2012

2^Monte Frattina 1535 m. slm                     10/06/2012

3^La Castelluccia 1295 m. slm                     16/06/2012

4^ Il Cannitello   1464 m.   slm                       16/06/2012

5^Serra la Croce 1420 m. slm                     16/06/2012

6^Monte la Caccia 1744 slm                       16/06/2012

7^ Il Petricelle 1758 m. slm                             16/06/2012

8^Il Faghitello 1432 m.   slm                             17/06/2012

9^La Montea   1825 m. slm                               17/06/2012

10^ Cozzo Faizzati 1676 m. slm                   19/06/2012

11^Serra Scodellaro   1586 m.   slm             19/06/2012

12^Monte Alto 1761 m.   slm                      19/06/2012

13^La Muletta 1717 m. slm                           19/06/2012

14^ La Mula 1935 m. slm                            20/06/2012

15^Serra Paratizzi   1795 m.   slm               20/06/2012

16^Cozzo di valle Scura   1824 m. slm       20/06/2012

17^ La Calvia 1910 m. slm                         20/06/2012

18^Cozzo del Pellegrino 1987 m.   slm       20/06/2012

19^Cozzo del Mangano 1699 m. slm       20/06/2012

20^Monte Caramolo 1827 m. slm             21/06/2012

21^Monte Palanuda 1638 m.   slm                         22/06/2012

22^ Monte Vernita   1432 m. slm               22/06/2012

23^ Monte Cerviero 1443 m slm                         23/06/2012

24^Coppola di Paola   1919 m. slm            23/06/2012

25^Timpone Viggianello   1779 m. slm     23/06/2012

26^Timpone della Capanna 1823 m. slm  23/06/2012

27^Serra del Prete 2181 m. slm                 24/06/2012

28^Monte Grattaculo 1890 m. slm             24/06/2012

29^Monte Pollino 2248 m. slm                  25/06/2012

30^Serra del Dolcedorme 2267 m. slm        25/06/2012

31^Monte Manfriana 1981 m. slm           25/06/2012

32^ Timpa del Principe 1741 m. slm          25/06/2012

33^Serra delle Ciavole 2130 m. slm           26/06/2012

34^Serra di Crispo 2053 m. slm               26/06/2012

35^La Falconara 1656 m. slm                   27/06/2012

36^ Timpa di San Lorenzo 1652 m. slm     27/06/2012

37^ Monte Sellaro 1439 m. slm.               28/06/2012

38^ La Calcinaia 1303 m. slm                   29/07/2012

39^Cozzo Laimi   1665 m. slm                 12/08/2012

40^ Monte Serramale 1274 m. slm         16/09/2012

41^Timpone Pallone   1541 m. slm         27/09/2012

42^ Monte Sirino   1907 m. slm               07/10/2012

43^ Monte del Papa   2005 m. slm           07/10/2012

44^ Monte Alpe     1900 m. slm                 04/11/2012

45^ Monte La Spina 1652 m. slm           25/11/2012

46^ Monte Zaccana 1580 m. slm           25/11/2012

 

Le vette scalate nel 2013 sono :

47^ Timpone Sirio 1039 m. slm                       06/01/2013

48^ Monte Ciagola 1463 m. slm                      06/01/2013

49 ^ Timpone del Corvo 846m slm                19/01/2013

50^ Timpa del Crivo   890 m. slm                        19/01/2013  

51^ Monte Monzone 1051 m. slm                  30/01/2013

52^ Timpa del Castello 1104 m. slm              05/03/2013

53^ Monte Moschereto 1318 m. slm               05/03/2013

54^ Timpa di Porace 1423 m. slm                10/03/2013

55^ Timpa di Cassano 1311m. slm                10/03/2013

56^ Pietra del Demanio 855 m. slm               07/04/2013

57^ Monte Sparviero 1713 m. slm                 28 /04/2013

58^ Timpone della Rotondella 1666 m. slm   28/04/2013

59^Tacca Peppini 1679 m. slm                       28/04/2013

60^ Timpone della Nivea 1587 m. slm           28/04/2013

61^ Cozzo dell’Orso 1578 m. slm                   04/05/2013

62^ Timpone Camagna 1335 m. slm               04/05/2013

63^ Timpone Garrola 1242 m. slm                   04/05/2013

64^ Panno Bianco 1330 m. slm                       09/05/2013

65^Serra Costantino 1082 m.slm                     02/06/2013

66^Serra del Lepre 2167 m. slm                     02/06/2013

67^ Timpone del Vaccaro 1109 m. slm         02/06/2013

68^ Serra dell’Abete 1401 m. slm                   09/06/2013

69^ Monte Serra 1228 m. slm                         09/06/2013

70^ Monte Pelato 1396 m. slm                       09/06/2013

71^ Timpone Campanaro 1492m. slm           23/06/2013

72^ Cozzo del Lepre       1422 m. slm           18/10/2013

73^ Timpone del Pino     1434 m. slm             18/10/2013

74^ Serra Cuparelli       1624 m. slm            18/10/2013

75^Monte Trincello     1178 m. slm             25/10/2013

76^Castel Raione       969m. slm.                 25/10/2013

77^Timpone di Mezzo 1673 m. slm .           03/11/2013

78^Timpa delle Murge 1441 m. slm .           03/11/2013

79^ Timpa di Pietrasasso 1362 m. slm .     03/11/2013

80^Monte Carpinoso 988 m. slm.               08/11/2013

81^Sasso dei Greci 967 m. slm.                 08/11/2013

82^Punta Limite 1133 m. slm.                     08/11/2013

83^Timpone Scifarello 1763 m.slm.           22/12/2013

84^Serra della Lupara 1803 m. slm.           22/12/2013

85^Timpone della Magara 1701 m. slm.     22/12/2013

86^Il Tabaccante 1412 m. slm.                   22/12/2013

87^Corno Mozzo 1356 m. slm.                   29/12/2013

88^Cozzo Ferriero 1805m. slm.                 12/01/2014

89^Monte Grasta 1465m. slm.                   12/01/2014

90^Castel Brancato 922 m. slm.               10/03/2014

91^Serra di Mauro 1579 m. slm.              23/03/2014

92^Cozzo Dimoniello 1609 m. slm.         23/03/2014

93^La Destra 1291 m. slm.                     30/03/2014

94^ Serra Ciranteio 1304 m. slm.           30/03/2014

95^ Monte Gada 1264 m. slm.               30/03/2014

96^ Timpone Castocucco 1150 m. slm . 30/03/2014

97 ^Cozzo Petrara 1142 m. slm.             18/05/ 2014

98^Serra La Limpida 1119 m. slm.          18/05/2014

99^ Serra Ummara 1161 m. slm.            18/05/2014

100^ Monte Rossini 1238 m. slm.            06/06/2014

101^La Cocuzzata 1088 m. slm.            06/06/2014

102^Cozzi dell’Anticristo 1562 m. slm . 23/09/2014

 © Nicola Zaccato

 

 

 

 

 

 

 

 

Permanent link to this article: http://www.sandonatodininea-cs.it/2014/11/28/le-100-vette-del-pollino-di-nicola-zaccato/

Lascia un commento

Your email address will not be published.