Lug 17

Non scherzare con il fuoco…

La redazione & Alto Ionio News

Pollino – Torna dal prossimo 15 luglio “Non scherzate col fuoco”, la campagna nazionale di Legambiente e Dipartimento della Protezione Civile, dedicata alla prevenPollino – Torna dal prossimo 15 luglio “Non scherzate col fuoco”, la campagna nazionale di Legambiente e Dipartimento della Protezione Civile, dedicata alla prevenzione e tutela dell’immenso patrimonio forestale del nostro Paese. Quest’anno tutti gli eventi della campagna saranno concentrati nelle cinque regioni che maggiormente vivono il problema degli incendi boschivi: Calabria, Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna. Secondo i dati del Corpo forestale dello Stato, nel 2010 su tutto il territorio nazionale si sono verificati 4.884 roghi che hanno percorso una superficie di 46.537 ettari di cui 19.356 di bosco. La Sicilia è stata la regione “più calda” del 2010 con una superficie percorsa dal fuoco di 20.258 ettari, quasi il 50 per cento di tutto quello che è bruciato in Italia e anche col più alto numero d’incendi (1.159). In Sardegna, invece, nello stesso periodo, gli incendi sono stati quasi 800, in Calabria 652 e in Campania 543, mentre in Puglia 473 roghi hanno mandato in fumo oltre 5mila ettari di territorio. Il 2011 tra l’altro si annuncia come un anno difficile. «Contrariamente a quanto avvenuto negli ultimi tre anni, nel corso dei primi mesi del 2011 abbiamo assistito a un nuovo peggioramento sul fronte degli incendi in Italia – ha sottolineato il direttore generale di Legambiente, Rossella Muroni – che induce a mantenere alta l’attenzione. Dietro a ogni rogo comunque c’è quasi sempre la mano della criminalità, interessi loschi e affari illegali. Per questo è importante non abbassare la guardia contro un fenomeno che oltre a rappresentare un enorme pericolo per l’incolumità pubblica, ogni anno provoca la perdita di un’inestimabile risorsa di ossigeno, di biodiversità e bellezze naturali». La conferma che il fenomeno incendi sia spesso riconducibile alla criminalità organizzata arriva anche dall’ultimo Rapporto Ecomafia che vede in testa alle regioni con più infrazioni accertate in questo ambito la Calabria con 838 illeciti, seguita dalla Sicilia (786), dalla Campania (632), dalla Puglia (598) e dalla Sardegna (524). Dal 15 al 30 luglio quindi in 5 diverse tappe, la carovana di “Non scherzate col fuoco” porterà in tutte queste regioni diverse attività dedicate alla cura delle aree verdi, saranno allestiti sportelli aperti ai cittadini dove si potranno ricevere informazioni anche sui corretti comportamenti da assumere per prevenire e contrastare gli incendi, saranno realizzate attività di prevenzione con i volontari impegnati in ogni tappa anche in una grande opera di pulizia d’inizio estate, per liberare i boschi dai rifiuti accumulati durante l’inverno, riaprire i sentieri lasciati allo stato di abbandono e rimuovere le discariche abusive nascoste nei boschi. «Il lavoro d’informazione e sensibilizzazione è alla base della prevenzione – ha ripreso Muroni- così come l’attività di spegnimento e le sanzioni sono indispensabili nel contrasto dei roghi. Per combattere efficacemente il fenomeno però è necessario eliminare a monte il motivo per cui si appiccano incendi in questo Paese, ovvero la speculazione sulla gestione delle aree bruciate. La legge per evitare che questo accada esiste, ma è necessario che i comuni realizzino il catasto dei territori percorsi dal fuoco in modo che si possa sapere con certezza quali sono queste aree» ha concluso il direttore di Legambiente. Alla fine dell’estate “Non scherzate col fuoco” presenterà anche i risultati del monitoraggio sul lavoro che i comuni svolgono per prevenire e contrastare gli incendi boschivi, come previsto dalla Legge Quadro 353/2000. Anche quest’anno, infatti, l’indagine “Ecosistema incendi” scatterà la fotografia delle attività dei 1.990 comuni che hanno subito incendi significativi tra il 2007 e il 2010. Alle amministrazioni più meritorie Legambiente e il Dipartimento della Protezione civile assegneranno la bandiera “Bosco Sicuro”, riconoscimento per le valide attività di mitigazione del rischio incendi. Non scherzate col fuoco 2011, le tappe:

15-16 Luglio Puglia – Parco del Gargano

17-18 Luglio Campania – Parco del Vesuvio

22-23 Luglio Sicilia – Parco delle Madonie

24-25 Luglio Calabria – Parco del Pollino

29-30 Luglio Sardegna – Monte Vecchio, Guspini

Permanent link to this article: http://www.sandonatodininea-cs.it/2011/07/17/non-scherzare-con-il-fuoco/

3 comments

    • Giovanni Benincasa on 17 Luglio 2011 at 10 h 17 min
    • Reply

    Eccellente L’iniziativa di incentivare la prevenzione incendi, anche se non ne dovremmo aver bisogno poiché è facile capire, anche a persone non ferrate in materia, che l’incendio devasta la natura. Quanto sia devastante un incendio può disinteressare solo chi vi lucra per motivi di malaffare.
    Saluti!

  1. in questo paese sono tutti impazziti,ma prendetevi una camomilla che vi farà bene non aggitatevi x cosi poco,altrimenti mi sà che questa volta quslcuno le prenderà ma questa volta seriamente perchè la corda se tiri troppo si spezza prima o poi!!

    • CATRINO on 21 Luglio 2011 at 11 h 57 min
    • Reply

    Cara luna è tempo di vacanze e di riposo, illumina la mente di chi è nervoso.

    CATRINO

Lascia un commento

Your email address will not be published.