Lug 16

Le Ali Per Cosenza si presenta ai sindaci

La redazione & Diritto di Cronaca …

Le Ali Per Cosenza si presenta ai sindaci

CORIGLIANO – (Comunicato stampa) Ancora consensi per l’associazione “Le Ali per Cosenza” che nella giornata di ieri con l’iniziativa “…so di poter volare” svoltasi presso l’hotel Marlusa a Marina di Sibari ha raccolto numerose adesioni. Alla giornata di presentazione dell’associazione hanno preso parte numerosi sindaci del territorio della Sibaritide e del Pollino i quali hanno condiviso a pieno il progetto dell’associazione. Tanti gli interventi a favore della realizzazione dell’aeroporto in primis quello del sindaco di Cassano allo Ionio Gianluca Gallo, che ha ancora una volta sottolineato come la realizzazione dell’aeroporto della provincia di Cosenza sia fondamentale per la crescita dell’intero territorio. «Si tratta di una battaglia nella quale credo molto- ha dichiarato Gallo- ai miei colleghi delle regione chiedo di prendere una posizione chiara e precisa sulla questione». Gallo ha poi condiviso l’idea lanciata dall’associazione in occasione della presentazione alla Camera di Commercio, della realizzazione dell’unico soggetto gestore per gli aeroporti calabresi. Ancora più diretto il sindaco di Terranova da Sibari Eugenio Veltri «io mi rivolgo anche ai parlamentari che rappresentano il nostro territorio di farsi portavoce delle nostre esigenze a Roma e se è necessario noi siamo disponibili a scendere in piazza a fianco di questa associazione e protestare davanti la sede centrale dell’Enac per chiedere risposte». A sottolineare l’importanza dello scalo provinciale per il settore agrumicolo in particolare ma per l’intero comparto economico della zona Maria Grazia Minisci presidente del BioSybaris «l’aeroporto non trasporterebbe solo persone e quindi essere utile al turismo e alla movimentazione dei cittadini, l’aeroporto della provincia di Cosenza trasporterebbe anche e soprattutto merci che sono d’eccellenza per quello che riguarda le produzioni della Sibaritide, questo significa oltre alla funzionalità della struttura tutto l’anno anche che l’economia della nostra provincia possa effettivamente avviarsi ad una fase di grande sviluppo». Accorati e indirizzati a sottolineare la volontà del territorio di vedersi finalmente riconoscere tutti i diritti in termini di sviluppo infrastruttura in questi anni mortificati a favore della centralità di altre zone calabresi, buona parte degli altri interventi degli ospiti presenti in sala. Il Presidente dell’associazione “Le Ali per Cosenza”, Luigi Sauve, a margine dell’incontro si è detto soddisfatto dell’iniziativa e del consenso ricevuto da parte soprattutto dei sindaci e degli imprenditori e comuni cittadini che «hanno inteso partecipare perché condividono non solo la politica dell’associazione ma con lungimiranza guardano all’aeroporto della provincia di Cosenza come al volano economico dell’intero territorio. La realizzazione dell’aeroporto della provincia di Cosenza è una priorità per questo territorio e per tutti i settori economici della provincia dalla pesca, all’agricoltura, al turismo e al commercio. È arrivato il momento che la provincia di Cosenza, la più importante dell’intera regione e non solo, abbia quel giusto riscatto dopo anni di grandi e vergognose mortificazioni».
L’associazione “Le Ali per Cosenza” intende partire da subito con il programmare una serie di confronti con tutti i soggetti istituzionali interessati al fine di mettere a punto un crono programma chiaro che possa scandire i tempi e le fasi da seguire per la realizzazione dell’aeroporto della Provincia di Cosenza. Nel frattempo i soci fondatori ricordano che la campagna adesioni è sempre aperta.

Permanent link to this article: http://www.sandonatodininea-cs.it/2011/07/16/le-ali-per-cosenza-si-presenta-ai-sindaci/

1 comment

    • Giovanni Benincasa on 17 Luglio 2011 at 9 h 59 min
    • Reply

    Continuo a insistere su questo argomento, poiché lo trovo di interesse provinciale e non di una ristretta cerchia di comuni e, pertanto, ogni qualvolta si presenta un ulteriore sviluppo dell’argomento non mi esimo dall’intervenire. Le mie preoccupazioni principali, sono essenzialmente che tale struttura, sia così veementemente e reiteratamente proposta al fine di interessi meramente affaristici e che quindi possa solo costituire un losco affare senza alcun beneficio ai fini dello sviluppo della provincia o della regione e perciò possa fare la fine della Salerno – Reggio eterna incompiuta e spreca soldi e sempre insicura per gli automobilisti che la percorrono. Diverso è il ragionamento se riesce a decollare ed essere utile a tutta la provincia. Quindi, mi permetto di suggerire a tutte le amministrazioni comunali di aderire e far pesare la loro presenza portando idee e progetti di sviluppo territoriali connessi la funzione stessa dello scalo.
    Speriamo bene!
    Saluti!

Lascia un commento

Your email address will not be published.