CALCIO – Cortese torna a giocare da portiere a circa 63 anni

Luigi Bisignani

Torna a giocare da portiere a circa 63 anni :per continuare ad essere sportivo non si guarda l’età,

esempio per giovani e meno giovani.

SAN DONATO DI NINEA – Gregorio Cortese classe 1959, dell’A.S. San Donato, è tornato in campo da portiere dopo ben ventinove anni.

«Dopo 29 anni rieccomi qui – afferma – dopo aver fatto uno scorcio di partita per il debutto a Torano con il Real Dampetia, con molte parate da applausi ed uscite spericolate, e – due partite addietro a Firmo, contro la Polisportiva Arberia. Per la verità lì sono entrato nel secondo tempo, vedendo gli sguardi stupiti del pubblico e quelli degli avversari puntati addosso nel vedere entrare un portiere con i capelli bianchi. Forse saranno rimasti delusi ma credo di aver parato l’impossibile, e – negli ultimi secondi – grazie ad un’uscita nei piedi dell’avversario blocco la palla, mi scontro “involontariamente” procurandomi una grossa ferita alla testa con i tacchetti immersi tra il sopracciglio e lo zigomo, ma ci sta! È questa la “filosofia” di Cortese: «il portiere deve essere matto oppure deve stare sul divano” e finché mi divertirò resterò con i ragazzi. Per la verità, ho avuto contatti con una squadra di Prima categoria ed un’altra di Terza, ma ho rifiutato perché voglio continuare con i figli dei miei ex compagni». Scorrendo la sua carriera, il tutto iniziò nel lontano 1975 e la sua prima squadra fu la Pro Catanzaro. «Alcuni responsabili della Lazio scesero in Calabria – ricorda – per visionare giovani calciatori, mi contattarono ma uno dei miei dirigenti chiese una cifra esagerata, Non andò bene e decisi di smettere: avrei giocato solo con gli amici. Poi la ripresa. Dal 1977 al 1979 ho giocato con la squadra del BTG dei Carabinieri ad Iglesias in Sardegna; quindi un torneo interforze a Campobasso. Tornato in Calabria negli anni ’80 ho giocato per tre anni a Sersale (Cz), altri due anni a Lamezia Terme, anche qui con la squadra dei Carabinieri, e poi nell’88 e ’89 con l’A.S. Ninevo di San Donato di Ninea. Quindi, ancora per due anni a Mottafollone ed un altro biennio in seconda categoria col Malvito. Negli ultimi quattro anni – conclude – sono stato pagato, anche bene” e a quei tempi ho ricevuto anche una richiesta in Prima categoria, ma non ho potuto accettare per impegni di servizio. A dicembre 2021 dopo aver deciso di attaccare le scarpette al chiodo definitivamente, un mio ex dirigente ed alcuni compagni di calcio di ben 35 anni fa mi hanno chiesto di tornare a giocare ed aiutare anche i portieri. E da qui il ritorno in campo fino a quando non mi stancherò».

Tratto dal web https://www.dirittodicronaca.it

Permalink link a questo articolo: https://www.sandonatodininea-cs.it/2022/02/17/calcio-cortese-torna-a-giocare-da-portiere-a-circa-63-anni/

1 commento

    • Luigi il 18 Febbraio 2022 alle 17 h 38 min
    • Rispondi

    Grande esempio per giovani e meno giovani

Rispondi a Luigi Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.