Nov 06

Scoperta la targa della discordia: a San Donato parte la XXI Festa d’Autunno

Estratto da Diritto Di Cronaca
Sabato 05 Novembre 2011 09:28 – di Emanuele Armentano Letture: 83  –  

SAN DONATO DI NINEA – Si è aperta ufficialmente, ieri pomeriggio nell’antico borgo di San Donato di Ninea, la XXI edizione della “Festa d’Autunno”, un appuntamento che ormai si ripete dal 1991. E’ stata fatta una cerimonia di avvio in pompa magna, con un tantissime autorità presenti, che è iniziata proprio dalla scopertura della targa “Qui la ‘ndrangheta non entra – I comuni calabresi ripudiano la mafia in ogni sua forma” affissa all’ingresso del Municipio. Come da programma, intorno alle 15.30 davanti alla sede municipale, dove aver percorso le strette vie del paese con la banda musica in testa, il corteo delle autorità si è ritrovato di fronte alla targa per la celebrazione della giornata. Così, sotto le note dell’inno di Mameli, il sindaco Francesco De Rose ha dato via alla manifestazione, alla quale Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.sandonatodininea-cs.it/2011/11/06/scoperta-la-targa-della-discordia-a-san-donato-parte-la-xxi-festa-dautunno/

Nov 05

XXI SAGRA …

Edizione numero 21 per la Festa d’Autunno di San Donato di Ninea, uno dei borghi antichi più belli d’Italia, nel cuore del Parco Nazionale del Pollino. Arte,…

Permalink link a questo articolo: http://www.sandonatodininea-cs.it/2011/11/05/xxi-sagra/

Nov 02

Amministrazione denuncia: “Alcuni dell’opposizione non vogliono targa contro la ‘ndrangheta”

La redazione & Diritto di Cronaca…

Domenica 30 Ottobre 2011
SAN DONATO DI NINEA – (Comunicato stampa)

Come premesso nel programma della lista “San Donato Nel Cuore” alla recente tornata elettorale, alla cui guida vi è ancora l’attuale neosindaco Francesco De Rose, sin da subito la nuova amministrazione ha coinvolto attivamente la parte sana della propria comunità nell’affermazione di una volontà di ripresa del piccolo centro, partendo dalle proprie tradizioni per poi proiettarsi verso l’innovazione e lo sviluppo. Si sa, però, che per fare questo è necessario che il rispetto delle regole del vivere civile e delle istituzioni sia garantito e promosso in ogni Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.sandonatodininea-cs.it/2011/11/02/amministrazione-denuncia-alcuni-dellopposizione-non-vogliono-targa-contro-la-ndrangheta/

Ott 27

Lettera del Primo Ministro al Consiglio Europeo…

La redazione …

Il nostro Primo Ministro ha inviato,questa lettera, al consiglio Europeo, dove ci sono ascritti gli impegni che il Governo Italiano assume nei confronti dei partner Europei allo scopo di far tornare virtuosa l’economia Italiana.

una lunghissima lettera ,prendete il tempo di leggerla  é il nuovo progetto di Berlusconi per guidare l’Italia verso…!!

Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.sandonatodininea-cs.it/2011/10/27/lettera-del-primo-ministro-al-consiglio-europeo/

Ott 24

21° Festa D’autunno: Programma

La Redazione…

Il  programa “Completo” con il saluto  del sindaco

della 21° edizione della festa d’autunno

(clicca sulla foto per leggere meglio )

Saluto del Sindaco

 La Festa D’ Autunno (Sagra della castagna) si presenta ai Nastri di partenza per la XXI volta, il 4-5-6 Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.sandonatodininea-cs.it/2011/10/24/21%c2%b0-festa-dautunno-programma/

Ott 22

I castagni…nu tummulu.. stuppieddhu…nu quartu…ntavulate… scuogghjtina

Luigi Bisignani 

Come Eravamo:Minucciu

I castagni…nu tummulu.. stuppieddhu…nu quartu…ntavulate… scuogghjtina

“Arrumìnu falu ppù sàngiuvanni, amìlu ammitièri”. Questa supplica comare Rosa la rivolgeva a “Vrogna”, grosso proprietario terriero ed anche padrino di battesimo di suo unico figlio, con lo scopo di ottenere in concessione “na partita i castagni” da curare, ripulire e raccogliere in autunno. Il compare era irremovibile perchè la donna, sola, non offriva sufficienti garanzie sul pagamento e sulla la completa gestione del ciclo di pulitura, raccolta e trasporto del frutto. Eppoi, ziu Vrogna, preferiva i contratti a danaro e non la sua spettanza sul raccolto. Aveva pertanto respinto la richiesta e non s’era lasciato smuovere più di tanto da suppliche e lagrime della donna. Occorre precisare che la vicenda, da me appresa durante le veglie, “u spustà” che ho citato in altri racconti, si svolge negli anni 40/50. Da tempo immemore, “i scavuzi”, intesi come povera gente senza beni di proprietà, nel mese di giugno- luglio, si recavano presso i proprietari per provare ad ottenere in concessione temporanea “nà partita i castagni”, i cui frutti, una volta raccolti ed adeguatamente trattati per la conservazione, integravano la dieta, gia povera, ed i magri guadagni derivanti dalla “jurnata”, migliorando così, di poco, l’economia familiare. Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.sandonatodininea-cs.it/2011/10/22/i-castagni-nu-tummulu-stuppieddhu-nu-quartu-ntavulate-scuogghjtina/

Ott 17

COME ERAVAMO “I guzzicieddhj i vùrpa” “

“Don Pippì, pinzatici vùi a ssa sciddhjceddha ì galera”. Ziu Rafeli, dopo averlo raccattato, scalzo, scarmigliato, pieno di graffi, “cchi càvuzi curti scigati” ridotti ai minimi termini e gli arti inferiori più simili ad un macinato di carne che a gambe, accompagnò “u quatraru” presso il medico condotto facendone una presentazione adeguata alla situazione contingente. “U guagliùni, trùmmuliavadi” non tanto dal dolore, quanto per la paura. Temeva gli interventi del medico ma era terrorizzato dalla “tragedia” che sua madre avrebbe potuto mettere in scena. La donna poteva usare in modo “pesante” le mani ed aggiungere del suo al danno gia in essere. Non successe nulla perché zia Maria si limitò a chiedere cosa aveva fatto per essere “arridùttu cùmu l’arcidòmu”. Conoscendo l’inclinazione del ragazzo “a ssì fà dannu” si limitò ad attendere che don Pippinu terminasse i medicamenti. Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.sandonatodininea-cs.it/2011/10/17/come-eravamo-%e2%80%9ci-guzzicieddhj-i-vurpa%e2%80%9d-%e2%80%9c/

Ott 14

CHE BONTA’ LE CASTAGNE…

CHE BONTA’ LE CASTAGNE…che tesoro!!8 ricette di Castagne….

Stefania Todaro ci scrive…

CHE BONTA’ LE CASTAGNE

Il castagno nell’antichità veniva chiamato anche “albero del pane” poiché dalla farina di castagne si otteneva un pane dalle elevate caratteristiche nutritive.Grazie anche agli altri innumerevoli impieghi di questi frutti in cucina, le popolazioni dei paesi montani hanno sempre tratto una consistente ricchezza.
San Donato di Ninea con i suoi 850 m di altitudine presenta il clima ideale per lo sviluppo di questo meraviglioso frutto.
Le operazioni di raccolta avvengono successivamente alla pulizia del sottobosco da sterpaglie ed eventuali ricci caduti. Le castagne sono cosi ben visibili. Attualmente si raccolgono anche con l’uso di macchinari moderni, ma in passato si raccoglievano solo a mani nude o, al massimo, utilizzando dei guanti.
Vorrei illustravi ora gli innumerevoli impieghi in cucina di questo frutto meraviglioso che è la castagna, passando da quelli più semplici a quelli più elaborati. Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.sandonatodininea-cs.it/2011/10/14/che-bonta%e2%80%99-le-castagne%e2%80%a6/

Ott 13

LA RACCOLTA DELLE CASTAGNE !!

Stefania Todaro ci scrive…

Voglio raccontarvi una storia……una di quelle storie che rappresentavano la vita quotidiana di tanti sandonatesi di altri tempi:
LA RACCOLTA DELLE CASTAGNE !!
Premetto che sono nata nel 1972, ma la mia infanzia è trascorsa come una persona di altri tempi. 
Sono cresciuta in una casetta immersa nel verde delle campagne sandonatesi. La mattina mi svegliavo al canto del gallo.
Fin dall’età di sei anni, dopo la scuola, avevo degli hobbies diversi da quelli degli altri bambini; infatti Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.sandonatodininea-cs.it/2011/10/13/la-raccolta-delle-castagne/

Ott 11

La Regione sull’aeroporto di Sibari

Agorà Altojonio news-segnalato da G.Benincasa …

La Regione sull’aeroporto di Sibari

Giovedì 06 Ottobre 2011 09:33

Scritto da Comunicato Stampa

Domani, nel corso del “question time” sarà affrontata e discussa in Consiglio regionale l’interrogazione di cui è primo firmatario l’on. Carlo Guccione sulla realizzazione dell’aeroporto di Sibari. “Finalmente – ha affermato il Consigliere regionale del Pd – anticipando il dibattito di domani capiremo chi vuole e chi non vuole la realizzazione di questa importante infrastruttura aeroportuale molto attesa nella Sibaritide e in tutta la provincia di Cosenza. Nelle settimane e nei mesi scorsi sindaci, amministratori locali, parti sociali, imprenditori ed operatori turistici hanno fatto sentire forte la loro voce a favore della realizzazione di questa importante opera che, per la più grande provincia della Calabria, rappresenta una scelta strategica irrinunciabile per esprimere pienamente le proprie potenzialità turistiche, agroalimentari, culturali e archeologiche”. “L’esigenza di provvedere alla progettazione e alla realizzazione di uno scalo aeroportuale al servizio del comprensorio dell’Alto Ionio cosentino e dell’intera provincia di Cosenza nel comune di Cassano allo Ionio, tra l’altro –conclude Guccione- viene da lontano ed è nata dalla Leggi il resto »

Permalink link a questo articolo: http://www.sandonatodininea-cs.it/2011/10/11/la-regione-sullaeroporto-di-sibari/

Pagina 70 di 78« Prima...102030...6869707172...Ultima »